home > Informazioni normative

È lecito l'utilizzo di un investigatore privato da parte di uno studio legale?



La corrente legislazione prevede che l'avvocato della difesa possa avvalersi di un ivestigatore privato nello svolgimento delle indagini difensive. Si tratta di uno strumento processuale di rilevante importanza introdotto con la legge 7 dicembre 2000 n. 397, il cui fine che è garantire la parità tra accusa e difesa.
L'esercizio dell'opzione di avvalersi di indagini difensive si può dividere in due categorie:

  • l'indagine da fonti dichiarative
  • investigazioni dirette

  • La prima tipologia ricopre di sovente un ruolo determinante nei processi visto l'importanza della prova testimoniale, in essa si ritrovano:

  • il colloquio non documentato
  • informazioni scritte (richiesta e ricezione)
  • informazioni da documentare


  • Nell'esercizio di tale facoltà da parte dell'avvocato difensore sia nel reperimento delle informazioni che nella conduzione delle indagini stesse, è evidente come possa risultare indispensabile e prezioso l'intervento di un investigatore privato

    Il codice deontologico forense dichiara che, resta ferma la facoltà di investigazione prevista dal codice di procedura penale, nei modi e termini fissati dagli organi forensi.

    Per un preventivo gratuito chiama Genova 010 – 0018327 - Savona 019 - 5180818 orario continuato.